Strage Bologna: Rimini, murale ricorda 2 agosto 40 anni dopo

(ANSA) – RIMINI, 25 SET – Un murale all’ex Macello di Rimini
per ricordare le vittime della strage di Bologna del 2 agosto
1980. L’opera è stata realizzata da Guerrilla Spam sul muro
esterno del polo universitario di via Toni e nasce per
commemorare il 40/o anniversario dell’attentato da un’idea
dell’associazione Serendippo in collaborazione con Associazione
familiari vittime della strage, Assemblea Legislativa regionale,
Comune di Rimini, Associazione Il Palloncino Rosso, Fondazione
Rusconi e Tper. L’ ‘arcobaleno’ grigio del collettivo fiorentino
Guerrila Spam rappresenta un arco temporale che dalla nube
dell’esplosione del 1980 arriva fino a oggi, con un sole che
simboleggia la verità e la ricerca dei mandanti della strage,
passando attraverso varie fasi storiche: il pianto e il ricordo
delle vittime, le commemorazioni pubbliche e i depistaggi.
    “Questo muro vuole essere riflessivo e poetico – ha spiegato
l’artista – ma anche didascalico, perché c’è ancora bisogno di
fare chiarezza su quello che è accaduto”.
    “Sono trascorsi quarant’anni da quel 2 agosto, ma la ferita è
ancora aperta”, commenta la presidente dell’Assemblea
legislativa, Emma Petitti. “Il Parlamento regionale collabora da
anni con l’Associazione dei familiari delle vittime per tenere
viva la memoria, che è un dovere morale e civile. Quest’anno
sono stati i giovani artisti a dare vita al ricordo, con murales
e opere in tutte le province della regione, e questo è
fortemente simbolico. Noi non vogliamo dimenticare e vogliamo
che sia fatta giustizia”.
    La realizzazione dell’opera di Rimini segue quella di altri
tre murales a Bologna, Parma e Reggio Emilia (per mano,
rispettivamente, di Collettivo FX, Alessandro Canu e
PsikoPlanet) sempre dedicati alle vittime della strage e
promossi nell’ambito del progetto ‘Lost&found 1980-2020. Memorie
private e collettive 40 anni dopo’. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte