Sudan, le mutilazioni genitali femminili diventano reato

In Sudan praticare mutilazioni genitali femminili (Mgf) diventerà reato: ad annunciarlo è stato il governo di transizione entrato in carica lo scorso anno, specificando che le nuove norme saranno in linea con una dichiarazione costituzionale sui diritti e le libertà.

Secondo il ministero degli esteri di Khartoum, la decisione rappresenta “uno sviluppo positivo importante”. Il riferimento, sul piano legislativo, con un nuovo articolo nel codice penale, sarebbe al capitolo 14 della dichiarazione cosituzionale sui diritti e le libertà approvata nell’agosto 2019.

Diritti Umani

Fonte originale: Leggi ora la fonte