Tare “discriminati,Spadafora non vuole aiutare calcio”

(ANSA) – ROMA, 27 APR – “Ieri ho sentito il ministro dello Sport dire che bisogna pensare alla tutela della salute ma poi li si fa correre nei parchi in mezzo alla gente anziché nei centri sportivi con le dovute misure. Non so quale sia il suo scopo, di certo non è aiutare il calcio. Alla luce delle decisioni prese la sensazione è di essere discriminati”. Dopo mesi di silenzio, il ds della Lazio Igli Tare rompe gli indugi e assume una posizione dura nei confronti del ministro per lo Sport Vincenzo Spadafora sul mancato via libera agli allenamenti per il calcio. “Non mi riesco a spiegare perché squadre come Juventus ed Inter non prendano posizione”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte