Tezier apre festival Verdi, non può vincere paura

(ANSA) – PARMA, 09 SET – Venerdi 11 settembre Ludovic Tézier canterá nel Macbeth che apre il festival Verdi di Parma. Prima dell’emergenza Covid la cosa più interessante sarebbe stato che si tratta della versione francese, che debuttò nel 1865 e praticamente da allora non è più andata in scena. Adesso invece già il fatto che il festival sia confermato (pur con spettacoli in forma di concerto e in un teatro all’aperto per accogliere più spettatori) è una notizia. Per Tézier- che nei mesi bui del lockdown aveva firmato con Jonas Kauffmann un appello per sostenere la categoria – si tratta del ritorno alle esibizioni, o come dice lui “alla competizione” dopo mesi di solo “allenamento” in casa se si esclude la Tosca in piazza del Popolo a Napoli lo scorso luglio. “Non posso dare ragione a chi ha rifiutato di prendersi un rischio ” decidendo di cancellare manifestazioni estive, anzi “era giudizioso farle perché tutti sapevamo che il virus sarebbe stato più debole d’estate e se torna in inverno, almeno abbiamo fatto qualcosa d’estate”. E questo vale anche per il pubblico: “‘Non abbiate paura diceva Giovanni Paolo II e aveva ragione. La paura ci distrugge. E poi è più pericoloso stare in una sala o andare al super il sabato pomeriggio?”. La risposta, secondo Tézier, è che come non si può rinunciare al cibo non si può rinunciare al bello. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte