Tra plexiglass e termometri: nel centro estetico pronto a riaprire

1 maggio 2020

Un termometro laser all’ingresso, divisori di plexiglass in ogni postazione e poi mascherine, disinfettanti, visiere e guanti monouso ovunque. Margherita Bordo è la proprietaria del salone “Estetica Isola” di Milano: tre locali per manicure, make-up, estetica e visite podologiche, in cui si ritrovano tutte le difficoltà e le speranze di tanti piccoli imprenditori che devono fare i conti con la Fase 2 del Coronavirus. “Il presidente Conte ha annunciato che noi potremo riaprire dal primo giugno, ma io sono già pronta e spero che si riuscirà ad anticipare. In fondo noi lavoriamo solo su appuntamento, non abbiamo assembramenti di persone nel nostro locale. Mi sono mossa molto presto un po’ perché speravo di poter riaprire già il 4 maggio, un po’ perché col passare delle settimane i prezzi di mascherine e gel anti Covid sono aumentati enormemente”, racconta Bordo. “Sono tre mesi che non lavoriamo, ho dovuto sospendere il mutuo di casa e per pagare l’affitto mi sono inventata la vendita dei make-up a domicilio. Adesso ho investito circa mille euro per adattare il centro. Il giorno che potrò riaprire credo che mi metterò a piangere per la gioia”, conclude commossa


di Antonio Nasso



Fonte originale: Leggi ora la fonte