Trump, stop a sigari e rum da Cuba

Gli Usa vieteranno l’importazione di sigari e rum e proibiranno ai viaggiatori americani di soggiornare in strutture di proprietà del governo cubano: lo ha annunciato Donald Trump alla Casa Bianca in una cerimonia per ricordare l’invasione della baia dei Porci, il fallito tentativo di rovesciare il governo di Fidel Castro con la regia della Cia. La mossa del presidente ha un sapore elettorale, per conquistare l’elettorato ispanico in Florida, uno degli Stati in bilico. 

“Oggi, come parte della nostra continua lotta contro l’oppressione comunista, annuncio che il dipartimento del Tesoro proibira’ ai viaggiatori americani di soggiornare nelle proprieta’ del governo cubano”, ha detto. “Inoltre restringeremo ulteriormente l’importazione di alcolici e tabacco americano”, ha aggiunto.

“Molto presto vedremo una Cuba libera, accadrà molto presto”, ha detto ancora Trump durante la cerimonia per onorare i veterani dell’invasione della baia dei Porci e i 40 anni dell’esodo di Mariel, che porto’ 120 mila cubani a Miami. “La mia amministrazione sta con tutti i cittadini di Cuba, Nigaragua e Venezuela nella loro lotta per la libertà e lavoriamo per il giorno in cui questo diventerà un emisfero completamente libero per la prima volta nella storia”, ha proseguito. “Ora stanno succedendo un sacco di cose che non posso dirvi ma lo faro’ presto”, ha aggiunto. 
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte