Viserba. Allagamenti, Hera risarcirà i danni subiti dai residenti

l’Amministrazione Comunale, nell’incontro tenutosi ieri mattina con il direttore generale di Hera Roberto Barilli, ha chiesto e ottenuto dal gestore l’impegno a risarcire i danni subiti dai cittadini e dalle attività commerciali coinvolte dagli allagamenti della zona di Viserba, in prossimità dalla paratoia Sortie. “L’incontro di questa mattina fa seguito agli incontri e confronti già avviati da sabato – sottolinea il sindaco Andrea Gnassi – Abbiamo avuto garanzia da parte del gestore che è già stata presentata la denuncia all’assicurazione per l’apertura del sinistro e sarà la stessa Hera a far sapere in tempi rapidi ai cittadini interessati come richiedere il rimborso del danno subito. Crediamo sia indispensabile dare un segnale immediato a fronte dei notevoli disagi subiti dai residenti e dalle attività”.

Oltre all’impegno a rifondere i danni subiti, l’Amministrazione ha chiesto ad Hera di prevedere una serie di interventi strutturali per evitare il ripetere di situazioni simili. Il gestore ha assicurato che si farà carico dell’implementazione dei sistemi di sicurezza di tutti i sottopassi stradali, in particolare quelli strategici per la viabilità di collegamento mare e monte, con l’installazione di impianti semaforici ed eventuali altri sistemi di divieto di accesso (ad esempio sbarre) oltre alle modalità tradizionali per impedire il traffico nei casi in cui l’acqua raggiunga livelli di pericolosità. Per il sottopasso di via Curiel si valuterà anche un’implementazione del sistema di pompaggio delle acque. Nello specifico della fossa Sortie, oltre al potenziamento del sistema di controllo delle paratie, “è importante ricordare che la conclusione della separazione delle reti inserita nel Psbo e prevista per il mese di giugno – spiega l’assessore all’Ambiente Anna Montini – non solo farà in modo che dall’estate 2018 le acque di balneazione limitrofe non avranno divieti di balneazione, ma darà anche maggiori garanzie sul fronte idraulico: di sole acque meteoriche, dal prossimo inverno la paratoia rimarrà sempre aperta, garantendo lo sfogo dell’acqua piovana”.

 

 

Carmela Vigliaroli

cvigliaroli@giornaledelrubicone.com