Viserbella. Residence senza requisiti minimi per l’esercizio dell’attività, sanzioni per 12mila euro

In seguito ad un’ispezione eseguita nei giorni scorsi dalla Polizia municipale di Rimini, nell’ambito dei controlli sulla sicurezza e lo stato delle strutture ricettive, un residence di Viserbella è risultato privo di requisiti minimi per l’esercizio dell’attività. Nessun servizio che dovrebbe essere garantito per legge ai clienti: dal cambio lenzuola e biancheria ai materassi ignifughi, fino addirittura all’assenza dei servizi igienici che erano invece situati in una struttura abusiva in una delle sale ad uso comune.

Durante i controlli sono poi emerse sia la realizzazione di opere edilizie abusive per aumentare la capacità ricettiva del residence sia irregolarità sotto il profilo della sicurezza dei clienti. 12.000 euro l’ammontare complessivo delle sanzioni amministrative pecuniarie che adesso gravano sul titolare che, qualora non provvedesse al ripristino dei requisiti fondamentali, rischia la chiusura.

 

 

Carmela Vigliaroli

cvigliaroli@giornaledelrubicone.com