Zaki: Zebre rugby, striscioni liberazione in stadio a Parma

(ANSA) – BOLOGNA, 22 DIC – Il rugby si mobilita per Patrick
George Zaki, il ricercatore dell’Università di Bologna detenuto
in Egitto. Dalla sfida di Guinness Pro14 di sabato tra Zebre
Rugby Club e Benetton Rugby verranno affissi, allo stadio
Lanfranchi di Parma, gli striscioni di Amnesty International per
chiedere la liberazione dello studente egiziano, in carcere nel
Paese d’origine dal 7 febbraio. Lo ha annunciato Andrea
Dalledonne, amministratore unico delle Zebre, in una lettera
indirizzata ai sindaci di Parma e Treviso, Federico Pizzarotti e
Mario Conte, e al presidente del Benetton Rugby, Amerino Zatta.
    “Lo sport, in particolare il nostro rugby, ha la fortuna di
essere esempio per la comunità e soprattutto per i giovani –
scrive Dalledonne spiegando l’adesione alla campagna di Amnesty
– la nostra missione è anche quella, usufruendo della ribalta
mediatica che circonda la nostra attività internazionale, di
lanciare messaggi di riflessione e rispetto dei valori inclusivi
e di ripudio di ogni forma di violenza. Ci farebbe piacere –
aggiunge – che anche gli amici del Benetton Rugby volessero
pensare di abbracciare questo gesto di responsabilità sociale,
rafforzando un messaggio comune e coeso del rugby italiano.
    Uniti possiamo raggiungere la nostra meta, fedeli al nostro
spirito di guida e sostegno verso chi ne ha bisogno”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte